null Legge Gelli: responsabilità civile

Legge Gelli: responsabilità civile

La responsabilità contrattuale della struttura ed extracontrattuale del professionista

Dopo tre anni di lavoro, in data 8 marzo 2017 è stata pubblicata la Legge n.ro 24, nota anche come “Legge Gelli”, che definisce il regime di responsabilità civile per i professionisti del settore sanitario.  

Secondo la legge , la responsabilità del professionista sanitario  che non abbia rapporti diretti o contrattuali con il paziente viene qualificata come “extracontrattuale”. Questo comporta  che il paziente avrà l’onere di dimostrare la colpa del professionista coinvolto , e stabilisce il termine di prescrizione a 5 anni.

Resta, invece, “contrattuale” la responsabilità della struttura sanitaria, così come quella del professionista che abbia un rapporto diretto o contrattuale con il paziente danneggiato: ciò  implica che il termine di prescrizione sia a dieci anni e che sarà sufficiente per il paziente danneggiato provare il rapporto contrattuale diretto e il danno subito; l’onere di provare il corretto adempimento rimane in capo all’obbligato, sia esso il medico o la struttura sanitaria.

Aumenta quindi l’importanza delle assicurazioni: la polizza, resa obbligatoria sia per i medici che per le strutture, dovrà coprire un risarcimento stabilito sulla base di tabelle ministeriali, creando così un sistema standardizzato, più sicuro e rapido.