null La determinazione del danno secondo la Corte dei Conti

La determinazione del danno secondo la Corte dei Conti

Indipendenza delle giurisdizioni penali e civili nel giudizio di responsabilità

Determinare la cifra per il risarcimento di un paziente è un procedimento complesso, che implica la valutazione dei vari elementi che hanno caratterizzato l’evento durante il quale il paziente ha subito il danno. Come emerge dalla sentenza 93/2017  della Corte dei Conti (sezione Lombardia), inoltre, la cifra dovuta può variare anche a seconda della giurisdizione che la stabilisce.

Nel caso in cui a occuparsi del medesimo fatto materiale siano sia le giurisdizioni penali e civili che quella contabile, queste agiscono e si pronunciano in maniera indipendente all’interno dei loro profili istituzionali.

Il nostro ordinamento, infatti, non prevede disposizioni che impongano la sospensione di un processo di responsabilità amministrativa in pendenza di un processo penale, al contrario le sentenze delle giurisdizioni possono pronunciarsi parallelamente riguardo al medesimo evento e, in alcuni casi, essere divergenti nel giudizio di responsabilità.

Di conseguenza, nel momento in cui l’ammontare del risarcimento viene stabilito in sede penale o civile, questo non vincola il giudizio in sede amministrativa.